SOPA e PIPA – Due leggi anti-web

Posted by / 17 gennaio 2012 / Categories: News dal Web / Tags: , / 0 Comments

Cos’è la Sopa?

Il 26 ottobre scorso il deputato del parlamento degli Stati Uniti, Lamar Smith, ha presentato una proposta di legge chiamata “Stop Online Piracy Act”.
La proposta di legge permetterebbe ai titolari di copyright di agire direttamente contro i siti web accusati di diffondere la diffusione dei contenuti protetti dal diritto d’autore.
A seconda di ciò che chiede il richiedente può richiedere ai network pubblicitari, ai motori di ricerca di non intrattenere rapporti con il sito web accusato di illecito e persino potrebbe richiedere al provider di bloccare l’accesso al sito. Questo tipo di politica andrebbe adottata anche contro i siti stranieri.

I maggiori oppositori di questa proposta sono: Google, Wikipedia, Twitter, Facebook, Aol, Linkedin, Ebay.
GoDaddy, un servizio di hosting americano, inizialmente si era schierato a favore della proposta di legge, ma è stato da subito vittima di un’azione di boicottaggio dei suoi utenti che ha subito ritrattato la sua posizione. Nonostante questo il boicottaggio è continuato e sono molti gli altri servizi di hosting che hanno visto questo come un’opportunità favorevole.

E’ interessante notare inoltre che il creatore di questa proposta di Legge, Lamar Smith, ha un sito internet che, nel caso la legge dovesse passare, rischia la chiusura per infrazione di copyright (per saperne di più potete cliccare qui)

Ieri Obama, tramite il suo blog, ha dichiarato che si sarebbe opposto al passaggio di questa legge e avrebbe messo il veto alla legge, ma nonostante questo non è finita qui.

The Protect IP act

Anche il congresso americano sta cercando di far approvare una proposta di legge similare, trattasi della PIPA, cioè The PROTECT IP ACT e che verrà votata il prossimo 24 Gennaio. I problemi della PIPA sono molto simili a quelli della SOPA e ovviamente queste normative verrebbero applicate anche ai siti stranieri.

Questa proposta di legge, così come la SOPA, rischia di creare danni agli utenti, a chi su internet ci lavora (tra cui le grandi aziende come Google, Facebook, Twitter etcetc) e anche per chi si batte per internet libero e senza censure (Wikipedia, Mozilla).

Per scoprirne di più vi invitiamo a leggere l’articolo de Ilpost.it che spiega molto bene quello che potrebbe succedere se la PIPA dovesse passare e diventare legge.

Domani, 18 Gennaio 2011, alcuni siti resteranno chiusi per protesta, su Reddit.com c’è la lista completa.

About elisa

Ormai presenza fissa a Siks dal 2011, Elisa si occupa principalmente di SEO e di Social Media Marketing.

Siks Adv - Grafica & Comunicazione - Genova