Kit 5 Sensi

Mettiti alla prova con il  kit dei 5 sensi

Quello che vi stiamo per mostrare è il nuovo e rivoluzionario metodo per autoconvincersi che avete urgente bisogno dei servizi di Siks Adv.

vision

La nostra vision ha bisogno di un paio di occhiali.

Anzi due. Da vicino per leggere i brief e da lontano per dirvi in che cosa potremmo trasformarli.

Sono gli inseparabili amici delle nostre orecchie: il primo serve ad analizzare da vicino le esigenze del cliente, il secondo serve a mettere a fuoco gli obiettivi, e magari arrivare un poco più in là, dove c’è l’orizzonte.
Siamo abituati a vedere le cose non solo come sono, ma come possono diventare. E poi, qui sta il bello: dicono che quattro occhi vedono molto meglio di due, e noi, coi nostri super occhiali, ne abbiamo già sei.
Se aggiungiamo quelli del cliente, fanno già otto.
Se poi mettiamo le nostre paia di occhiali al servizio del cliente, arriviamo a dodici. Da ciò si evince che avere un grande affiatamento con il cliente per noi è più che logico, è matematico.

olfatto

Come tutti gli esperti di marketing andiamo a naso.

La statistica sarà bella, l’analisi di mercato pure, ma se non fossimo capaci di sentire che aria tira, avremmo già cambiato mestiere.

Lo chiamano fiuto degli affari, ma talvolta si tratta di un ben più prosaico: scoprire cosa c’è sotto il proprio naso. La soluzione ai problemi di comunicazione, dal posizionamento di un prodotto alle esigenze di raggiungere un tipo di acquirente, spesso sta proprio nelle pieghe del problema. Solo che non si vede subito. Se si è abbastanza pazienti, con un po’ di esperienza e un po’ di passione per il proprio lavoro, si può trovare quel che cerchiamo, senza buttar via tempo, soldi e preziose energie. Noi, per esempio, di solito cominciamo ad annusare con le orecchie.

udito

Non avrete mai tutta la nostra attenzione.

Un orecchio a voi, e uno al mondo di fuori. Sennò come facciamo, poi, a darvi dei buoni consigli?

A noi piace ascoltare il cliente e poi provare a fare qualcosa che possa durare nel tempo. Per farlo, occorre saper consigliare bene e assistere con competenza. E non può bastare la sola esperienza professionale: occorre sapersi guardare intorno, vedere quali possibilità ci sono, provare ad andare anche un po’ oltre l’esigenza immediata. Chiamatelo pure ottimizzare l’investimento del cliente, ma per noi è solo avere la possibilità di vedere la comunicazione come un progetto, come un qualcosa che non finisce qui, ora e subito. Ma un po’ più in là. Se dovessimo dare una definizione del nostro rapporto col cliente, verrebbe da dire che ascoltiamo non tanto con le orecchie, ma con quello che ci sta in mezzo.

tatto

Viene voglia di metterci le mani addosso.

Per noi la comunicazione si deve poter toccare con mano. Naturalmente, nessuno vi biasimerebbe se dovesse diventare un impulso irresistibile.

Che soddisfazione, quando i clienti possono finalmente toccare con mano il prodotto finito. Soddisfazione doppia, perché spesso ci hanno messo le mani anche loro. Coinvolgiamo sempre i nostri clienti fin dalla fase progettuale: un po’ perché condividere il percorso di produzione è sempre utile, e un po’ perché aiuta a tenerli buoni quando si avvicinano le scadenze. Non temiamo le mani che raddrizzano le forzature, smussano gli angoli e levigano i toni. Nemmeno quelle che cestinano. Anche perché, una volta che ci siamo rimboccati le maniche, noi e loro, solitamente si scopre che non è solo lavoro. Anche se non lo ammetteremo mai, nel fare il nostro lavoro sappiamo ancora divertirci.

gusto

Ci piace mettervi sulla bocca di tutti.

Il segreto del nostro mestiere è imparare a masticare la lingua del cliente, così possiamo dare voce alla sua immagine e spiattellarla ai quattro venti.

Quello che facciamo è molto simile a quello che succede a lingua, labbra e palato quando si parla: c’è un’idea che deve trovare forma e sostanza nella nostra bocca. Quando è quasi pronta, i muscoli pronti a lasciarla partire, ci concediamo un istante per valutare che sapore abbia, per essere sicuri che sia sufficientemente saporita da ingolosire il target.
Poi, via: ogni occasione è buona per fare comunicazione e, con un poco di strategia e un pizzico di mestiere, il vostro pubblico vi chiederà addirittura il bis.

sesto_senso

Questa pagina si autodistruggerà tra pochi secondi.

È bello sapere che, forse domani, qualcuno si ricorderà di noi. Tuttavia, è molto più bello sapere che, sicuramente oggi, qualcuno ha chiamato per incontrarci.

Prima di finire dimenticati nella vastità dei siti web ci piacerebbe sentirvi. Noi ce la mettiamo tutta a creare delle pagine a prova di abbiocco post prandiale, ma non possiamo certo sperare che conserviate il nostro sito nella cartella dei preferiti. E allora, incontriamoci: di persona, per telefono, via e-mail: come preferite. Così, tanto per vedere se siamo di vostro gusto, potremmo darci appuntamento alla prima occasione, e parlare di lavoro. Potete anche mandarci una e-mail, o un messaggio sms. O chiamare per fare due chiacchere. Solo, per favore, niente sanscrito. Non sappiamo una parola, di sanscrito. Anzi, una sì, siks: Siks Adv.