programmazione-1024×690-e1568022079130

Ogni volta che costruisco un sito web ci sono alcune cose a cui è importante stare attenti. Bisogna considerare il design, creando una struttura pulita e funzionale.
Negli ultimi anni si è cominciato a parlare di siti web accessibili. La diffusione degli smartphone e dei tablet ha creato delle nuove esigenze. Non si possono ignorare gli utenti mobile. Siti web accessibili è diventato sinonimo di siti web responsive. Ma è una definizione che sta stretta. Un sito web accessibile è un sito web che tutti possono vedere, che tutti possono navigare con facilità e questo comprende anche le persone affette da disabilità.
Non è difficile programmare un sito web in modo che risulti accessibile anche per persone che hanno disabilità. Basta essere attenti ad alcune cose.

1. Gli alt delle immagini

Quando si parla dell'alt dell'immagine si intende "alternative text", il Tag Alt fornisce un'informazione testuale ad elementi non testuali. In pratica l'alt è la descrizione di un'immagine. In questo caso si usa l'ALT per chi ha problemi alla vista e usa uno Screen Reader per navigare su internet. Ogni immagini con l'alta verrà letta.
In più usare l'ALT aiuta il posizionamento. Lo sapevate?

2. Descrizione dei link

Il "Clicca qui" è duro a morire, ma per un sito più accessibile è bene descrivere i link il più accuratamente possibile. Inoltre è importante che i link siano in qualche modo distinti dal resto del testo, con sottolineature o con un colore diverso, in modo che sia subito evidente per lo screen reader che si tratta di un link.

3. Un'area cliccabile più grande

Rendere le aree cliccabili più grandi è una buona idea per aggevolare la navigazione di chi ha problemi di mobilità. Usare il mouse e cliccare su un punto preciso può essere difficile per alcune persone.

3. Non esagerare con i colori

Il testo nero su sfondo bianco è quello che si legge meglio. Abbinamenti strani di colore possono essere difficoltosi per chi è daltonico. Qui vediamo un esempio di come i daltonici possono vedere i colori scelti per il nostro sito.

4. Video con i sottotitoli

Okay, la parte video non è strettamente collegata alla programmazione, ma abbiamo già sottolineato l'importanza dei video nel posizionamento di un sito web. Grazie ai sottotitoli i vostri video saranno accessibili anche alle persone con problemi all'udito.

5. Conoscere il proprio target

Un sito web non è mai statico e può essere sempre migliorato. Su ogni sito che facciamo installiamo sempre Google Analytics e teniamo i siti costantemente sotto controllo. Capire come navigano le persone è importante, perché possiamo intervenire e migliorarci.

Chi ha stilato le regole per l'accessibilità dei siti web è il w3c, ovvero organo preposto alla definizione degli standard per il web. Se siete curiosi di approfondire le regole per l'accessibilità potete far riferimento al documento per Linee Guida per l'accessibilità dei contenuti web (WCAG) 2.0.

2 replies added

Leave your comment